Terapia / consulenza di coppia

Che differenza c’è tra psicoterapia e consulenze di coppia? Molto spesso nessuna, dipende dalle competenze dello psicologo e da quanto si lavora in profondità. Alcune volte per cambiare una relazione è necessario “tirar fuori” paure, omissioni, a volte no perché l’individuo ha già elaborato. Sia le consulenze sia la psicoterapia hanno l’obiettivo che la coppia vuole raggiungere, la neutralità del terapeuta-psicologo, alcune regole di comunicazione e di comportamento che il terapeuta –psicologo suggerisce.

In cosa consiste?

Quando una coppia decidere di andare dallo psicologo si troverà in una situazione protetta, in cui guidati da domande, si può raccontare e in maniera specifica qual è il problema relazionale, cosa “disturba”, cosa si vorrebbe. Un confronto con regole precise di comunicazione e interrelazione.

In una fase successiva si vaglia l’effettiva volontà di voler cambiare la relazione e/o stile di vita, quali comportamenti è necessario modificare e se è possibile, quali sentimenti e diritti di esistere da parte di entrambi possono essere rinvigoriti.

In sintesi, con minuzioso lavoro si creano nuovi e più sani equilibri di coppia o un migliore benessere individuale.

Quale teoria psicologica di riferimento, cosa contraddistinguono le consulenze psicologiche da lei proposte? La teoria di riferimento è la sistemica relazionale, la differenza è l’assegnazione di “compiti” comportamentali e altro.

Che cosa sono i “compiti”?

Comportamenti e azioni del vivere quotidiano, sessuale. Nella coppia non esiste un colpevole ma un’evoluzione o involuzione che va messa a fuoco e se dannosa, modificata. Modificare un comportamento non è atto meccanico, ma una messa in discussione da un lato e uno start dall’altro. Abitudini, vicinanza-distanza, seduzione e dialogo sono alcuni esempi di comportamenti che appassiscono una relazione.

Quando è necessaria?

La terapia di coppia/consulenze di coppia si intraprendono quando da soli non si riesce a venir fuori da un circolo vizioso di faticosa relazione, quando da separati in casa si vuol mantenere un buon clima per la coppia e i figli, quando una delle due persone è per se stessi “problematica” e si desidera un supporto nel dialogo e risoluzione.

Quanto dura la terapia/consulenze di coppia?

Da uno a due mesi e se occorre incontri mensili di “verifica”

Ci sono incontri individuali?

A volte sì, se utili al percorso.